La pressione sanguigna

Lettura: 6 min

Qualche informazione sulla pressione

Cos’è la pressione sanguigna?

Il cuore è un organo molto importante, responsabile della circolazione del sangue in tutto il corpo. Grazie al cuore, ossigeno ed elementi nutrienti raggiungono tutti gli organi e i tessuti del nostro organismo. Per permettere questo flusso, il cuore deve produrre una forza in grado di pompare il sangue in tutto il corpo. La forza prodotta dal cuore per far scorrere il sangue nelle arterie di chiama PRESSIONE SANGUIGNA.1 La pressione sanguigna di una persona si esprime normalmente con due valori: pressione sanguigna sistolica e diastolica.2

La pressione sanguigna ottimale per un adulto è <120/80 mmHg.2

Come si misura la pressione sanguigna?

Nella maggior parte dei casi sono il dottore o un’infermiera a misurare la pressione, ad esempio durante una visita di routine. Per farlo, usano uno sfigmomanometro.2 Si tratta di uno strumento di misurazione (manometro) collegato a una fascia gonfiabile avvolta attorno al braccio. Il dottore gonfia la fascia e il braccio viene compresso piuttosto duramente. L’aria nella fascia viene poi rilasciata lentamente e la pressione sul braccio si allenta. È possibile quindi misurare la pressione sanguigna con il manometro (in millimetri di mercurio [mmHg]).3

Esistono due tipi di sfigmomanometro:2,3

Sfigmomanometro manuale

MANUALE:

il dottore o l’infermiera gonfiano la fascia usando una pompa manuale e poi utilizzano uno stetoscopio per ascoltare il battito

Sfigmomanometro digitale

DIGITALE:

la fascia si gonfia e si sgonfia automaticamente. Il polso viene rilevato da un sensore interno al dispositivo. Per ottenere una misurazione corretta della pressione sanguigna, è necessario rimanere seduti a riposo e in silenzio, senza parlare, nei cinque minuti che precedono la misurazione.3

Cos’è l’ipertensione?

La pressione sanguigna può essere alta, normale o bassa, ma aumenta col tempo e con l’età. Perché? Le pareti delle grandi arterie diventano sempre più rigide e i piccoli vasi sanguigni diventano sempre più stretti. A causa di questi cambiamenti il cuore deve produrre una forza superiore per far scorrere il sangue nel corpo. Questo porta a un aumento della pressione sanguigna. Si parla di ipertensione quando la pressione sanguigna si mantiene al di sopra dei 140/90 mmHg (sistolica, diastolica o entrambe).2

Come si diagnostica l’ipertensione?

L’ipertensione (pressione sanguigna ≥140/90 mmHg) è un disturbo silenzioso, poiché raramente compaiono dei sintomi e spesso non viene diagnosticata.2

Sfortunatamente, spesso si scopre l’ipertensione quando si arriva in ospedale in seguito a un infarto o a un problema cardiaco dovuti alla pressione alta. Per questo motivo si consiglia di controllare la pressione del sangue ogni anno. È molto facile misurarla, non esitare a chiedere al tuo dottore, all’infermiera o anche al tuo farmacista di misurarti la pressione.2

Se la tua pressione è pari o superiore a 140/90 mmHg, il tuo dottore probabilmente dovrà effettuare alcuni controlli per confermare la diagnosi di ipertensione. Potrebbe anche utilizzare uno strumento di misurazione della pressione ambulatoriale per misurare la pressione sanguigna nelle 24 ore.2

Quali sono le cause dell’ipertensione?

Esistono due tipi di ipertensione: ipertensione primaria (o ipertensione essenziale) e ipertensione secondaria.2 Si parla di ipertensione primaria in presenza di pressione sanguigna elevate senza cause evidenti. Ci sono molti fattori che possono aumentare il rischio di pressione alta:2

Fumare
Essere obesi o sovrappeso
Inattività Fisica
Troppo Sale
Troppo Alcol
Stress
Genetica
Età

L’ipertensione secondaria si riferisce alla pressione sanguigna elevata provocata da cause identificabili (ad esempio una produzione anomala di ormoni delle ghiandole surrenali). Solo una minima parte dei pazienti soffre di questo tipo di ipertensione. Una volta individuata la causa e adeguatamente trattata, la pressione sanguigna dovrebbe tornare normale.2

Come l’ipertensione colpisce il nostro corpo?

Quando un paziente soffre di ipertensione, il suo cuore deve lavorare di più per permettere al sangue di circolare in tutto il corpo. Con il passare del tempo la pressione alta può gradualmente indebolire il cuore e danneggiare le pareti arteriose provocando delle variazioni del flusso sanguigno.2

Tutti questi fattori portano a un aumento del rischio di sviluppo di malattie cardiovascolari (ictus, malattie cardiache e insufficienza cardiaca).2 Anche altre parti del corpo, tra cui i reni, le arterie e gli occhi possono subire dei danni.2

Chi sono i “cattivi compagni” dell’ipertensione?

L’ipertensione è una malattia cronica che può essere influenzata da altre condizioni patologiche definite comorbidità. Tra queste ritroviamo: 2,3

  • Ipercolesterolemia: presenza di alti livelli di colesterolo LDL nel sangue con conseguente aumento del rischio di arteriosclerosi.2
  • Diabete di tipo 2: le cellule del corpo non rispondono adeguatamente all’insulina, un ormone che controlla i livelli di zucchero nel sangue. Il risultato è un aumento di tali quantità. La presenza eccessiva di zucchero nel sangue protratta nel tempo porta a complicazioni quali ictus, ulcera ai piedi e danni agli occhi.2
  • Coronaropatie: limitare l’apporto di sangue al cuore provoca una mancanza di ossigeno per le cellule miocardiche. Un sintomo molto comune è il dolore al petto (angina).2
  • Malattia renale cronica: il malfunzionamento dei reni protratto per mesi o anni può portare a eventi cardiovascolari maggiori (ischemia, infarto o morte).2

Quali sono le cifre dell’ipertensione?

Circa 1,28 miliardi di persone, di età compresa tra 30 e 79 anni, in tutto il mondo, soffre di ipertensione.4 L’incidenza nelle donne è del 32% e del 34% negli uomini.5 Si stima che il 46% non sia consapevole di avere questa condizione e che meno della metà degli adulti (42%) affetti da ipertensione vengono diagnosticati e trattati.4 Circa 1 adulto su 5 (21%) ha un’ipertensione sotto controllo.4 L’ipertensione è una delle principali cause di morte prematura in tutto il mondo.4

La proporzione dei pazienti ipertesi (prevalenza) cambia nelle varie zone del mondo:6

Riferimento:

1. BLOOD PRESSURE UK. INTRODUCING HIGH BLOOD PRESSURE. https://www.bloodpressureuk.org/media/bpuk/docs/IntroducingHighBP_Web-%283%29.pdf. Ultimo accesso Settembre 2023.

2. Mancia G, et al. 2023 ESH Guidelines for the management of arterial hypertension. J Hypertens. 2023. doi: 10.1097/HJH.0000000000003480. Online ahead of print

3. Unger T, et al. 2020 International Society of Hypertension Global Hypertension Practice Guidelines. Hypertension. 2020; 75:1334-1357.

4. WHO. Hypertension. https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/hypertension. Ultimo accesso Settembre 2023.

5. NCD-RisC. Worldwide trends in hypertension prevalence and progress in treatment and control from 1990 to 2019: a pooled analysis of 1201 population-representative studies with 104 million participants. Lancet 2021; 398: 957–80.

6. Appendix by NCD-RisC. Worldwide trends in hypertension prevalence and progress in treatment and control from 1990 to 2019: a pooled analysis of 1201 population-representative studies with 104 million participants. Lancet 2021; 398: 957–80.

Potrebbe interessarti anche

Ipertensione

28 Novembre 2023

L’ipertensione dei più giovani

Nei bambini e negli adolescenti, la pressione arteriosa aumenta con l’età e con la dimensione corporea, rendendo impossibile utilizzare un singolo valore soglia per definire l’ipertensione.1 Per questo motivo, nel […]

Lettura: 5 min

Ipertensione

28 Novembre 2023

L‘ipertensione al femminile: gravidanza e contraccettivi

L’ipertensione non è sempre una questione d’età o di sesso. Oltre alla predisposizione genetica e alle cattive abitudini, ci sono condizioni tipicamente femminili che possono causare – temporaneamente o permanentemente […]

Lettura: 6 min

Ipertensione

29 Novembre 2023

Salute del cuore: come non mandarla in fumo

Smettere di fumare è uno dei primi passi da fare per assicurarsi una buona salute, soprattutto quella del cuore: il fumo, infatti, è tra i primi fattori di rischio delle […]

Lettura: 5 min

Ipertensione

13 Ottobre 2023

In camera da letto con l’ipertensione

Valori pressori non nella norma possono condizionare la sfera dell’intimità, rendendola meno piacevole e soddisfacente. Nell’uomo, l’ipertensione può determinare fenomeni di disfunzione erettile, che rendono problematico il rapporto sessuale.1 Ma […]

Lettura: 3 min

Ipertensione

20 Settembre 2023

Tenere sotto controllo l’ipertensione

Se l’ipertensione è una patologia non completamente curabile, è comunque possibile tenerla sotto controllo grazie a cambiamenti dello stile di vita, a un buon follow-up e all’adesione alle terapie.1 Cambia […]

Lettura: 8 min