Il Medico di Medicina Generale e l’aderenza

Per delineare il ruolo del medico di Medicina generale è sufficiente riportare i dati di uno studio italiano su circa 7mila soggetti di età compresa tra 49 e 70 anni: il 15,1% poteva essere definito ad elevato rischio cardiovascolare e il 19,9% a rischio cardiovascolare molto elevato (rappresentiamo il concetto e le percentuali) secondo le tabelle elaborate con l’algoritmo del Progetto CUORE1, che consentono di valutare un punteggio individuale facilmente applicabile in Medicina generale per un rapido e obiettivo inquadramento del rischio cardiovascolare globale.2

In altre parole oltre un terzo della popolazione presa in considerazione si trovava in una condizione meritevole di attenzione sotto il profilo della cura e della prevenzione. Il medico di Medicina generale è il riferimento diretto per ogni paziente, non soltanto per il suo ruolo di prescrittore e coordinatore della terapia, ma anche perché conosce storia clinica, abitudini e fattori di rischio dei propri assistiti.

infografica rischio cardiovascolare

Appare evidente che...

al di là dei possibili interventi di prevenzione, il ruolo del medico di Medicina generale è fondamentale soprattutto in popolazioni fragili, tra cui gli anziani diabetici, in cui la mancanza di aderenza può superare l’80%3, con ripercussioni inevitabili sulla qualità di vita e la conseguente necessità di un approccio educazionale personalizzato, che rimane tuttora un tema di notevole interesse e attualità nel contesto della ricerca.4

La consulenza operativa basata sul rapporto fiduciario con il paziente (counseling), dunque, può dare frutti significativi, considerando che la figura del medico di Medicina generale è di indubbio riferimento per un’ampia e variegata popolazione di pazienti, da quelli in trattamento con statine5, ai fumatori decisi a smettere, la metà dei quali desidera sentirsi appoggiato dal proprio medico.1

In conclusione, affinchè il rapporto con il paziente sia efficace il medico deve essere:

  • capace di comunicare
  • motivato a comunicare
  • messo in condizioni di offrire una comunicazione valida e continuativa sull’aderenza.6

 

E per mantenere l’aderenza, il medico dovrebbe:

  • mantenere elevata la sua motivazione per il raggiungimento dell’obiettivo del miglioramento degli outcome del paziente
  • migliorare le capacità di comunicazione efficace con il paziente attraverso momenti di formazione
  • garantire una coerenza del messaggio terapeutico e il coordinamento degli interventi tra i diversi medici che hanno in cura il paziente.6

 


  1. Volpi M, Tocci G, Battistoni A, Inquadramento epidemiologico delle malattie cardiovascolari in Italia, G Ital Cardiol 2018;19(2 Suppl 1):5S-7S.
  2. Palmieri L, Panico S, Vanuzzo D, et al; Gruppo di Ricerca del Progetto CUORE. La valutazione del rischio cardiovascolare globale assoluto: il punteggio individuale del Progetto CUORE. Ann Ist Super Sanita 2004; 40:393-9.
  3. Borba AKOT, Marques APO, Ramos VP, Leal MCC, Arruda IKG, Ramos RSPDS. Factors associated with elderly diabetic adherence to treatment in primary health care. Cien Saude Colet. 2018; 23:953-961.
  4. Giner-Soriano M, Sotorra Figuerola G, Cortés J, Pera Pujadas H, Garcia-Sangenis A, Morros R. Impact of Medication Adherence on Mortality and Cardiovascular Morbidity: Protocol for a Population-Based Cohort Study. JMIR Res Protoc. 2018 Mar 9;7(3):e73.
  5. Guglielmi V, Bellia A, Pecchioli S, Della-Morte D, Parretti D, Cricelli I, Medea G, Sbraccia P, Lauro D, Cricelli C, Lapi F. Effectiveness of adherence to lipid lowering therapy on LDL-cholesterol in patients with very high cardiovascular risk: A real-world evidence study in primary care. Atherosclerosis. 2017; 263:36-41.

Il medico di Medicina generale è una figura cardine nel promuovere l’aderenza e al tempo stesso un riferimento fidato per ogni paziente

SCARICA Pill Pro

un'applicazione facile da usare che ti aiuta a ricordare di prendere i farmaci!

SCOPRI DI PIÙ SUL
TOUR ADERENZA »

Al cuore dell'aderenza

è il primo tour che promuove l’importanza di seguire la terapia , in particolare riguardo all’ipertensione e alla dislipidemia.

SCOPRI DI PIÙ »